SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

Il polistirene espanso è un eccellente isolante termico in virtù della sua struttura a “celle chiuse”, formata per il 98% da aria. Il suo rapporto costi/benefici è ottimale.

Un sottile strato di EPS offre la stessa coibentazione di materiali molto più pesanti e costosi. Inoltre l’energia spesa per produrre il polistirene espanso è una quantità minima se rapportata a quanta ne viene risparmiata durante la vita di un edificio correttamente isolato.

Tuttavia, per valutare appieno l’impatto ambientale di un materiale, è necessario esaminarne l’intero ciclo di vita. Il Life Cycle Assessment è, di fatto, una valutazione dell’impatto ambientale di un prodotto o di un servizio durante il suo intero ciclo di vita. Esso è basato sulla quantificazione dei flussi di materia ed energia in ingresso e in uscita, tenendo conto della fase di estrazione delle materie prime, del trasporto, della produzione, dell’uso e del fine vita.

Comprovati studi di LCA hanno mostrato le eccellenti performance ambientali dell’EPS, sia a livello di GER (fabbisogno energetico totale) che di GWP (indicatore potenziale dell’effetto serra).
La procedura LCA è standardizzata a livello internazionale dalle norme ISO 14040 e ISO 14044.
Va sottolineato che, l’EPS additivato con grafite si posiziona in assoluto tra i migliori materiali isolanti dal punto di vista della sostenibilità ambientale. Un efficiente isolamento termico degli edifici porta inoltre ad un cospicuo risparmio energetico e conseguentemente ad una forte riduzione delle emissioni in aria di CO2.

Vantaggi ambientali derivanti dall’uso dei pannelli isolpiù.

1. L’uso efficace dei materiali isolanti in EPS può ridurre le emissioni di CO2 fino al 50 %.

2. L’EPS permette di risparmiare energia e di conservare le riserve esauribili sia in fase di fabbricazione che di utilizzo, smaltimento e riciclo.

3. L’EPS non contiene né emette composti dannosi per la fascia di ozono, quali CFC o HCFC.

4. La fabbricazione e l’uso di EPS non rappresentano un pericolo per la salute umana: il prodotto viene trasformato mediante l’impiego di solo vapore acqueo.

5. L’EPS è totalmente riciclabile e le nuove tecnologie produttive offrono un’ampia gamma di soluzioni per garantire il massimo recupero possibile degli scarti.

6. Per ogni chilogrammo di petrolio utilizzato per fabbricare un pannello isolante in EPS ne verranno di norma risparmiati circa 200 in termini di minor consumo di combustibile durante il suo ciclo di vita.

Il riciclo dell’EPS: una realtà in costante crescita.

Il polistirene espanso è amico della natura perché è riciclabile al 100 %.
Il riciclo dell’EPS è una realtà in costante crescita e riguarda sia il materiale proveniente dal settore alimentare per la conservazione degli alimenti (cassette del pesce, mozzarelle ecc.), sia gli imballaggi protettivi per il settore elettronica ed elettrodomestici. Anche I dati relativi alla raccolta ed al recupero di rifiuti in EPS provenienti dalle piattaforme PEPS, sono in continuo costante aumento. Nel 2018 l’EPS riciclato ha raggiunto circa il 25% della quantità immessa sul mercato.
Con sicurezza si può affermare che ogni singolo chilo recuperato, viene successivamente riciclato. Infatti, i dati dimostrano che la domanda di EPS compattato proveniente da riciclo, supera abbondantemente il quantitativo disponibile sul mercato.
Attualmente le tecnologie per il riciclo dell’EPS si moltiplicano e sono in continua evoluzione. Dall’impianto Olandese EPS-LOOP che utilizza la tecnologia del riciclo chimico, a quelli Italiani che ottengono nuovo granulo tramite estrusione meccanica.

Grazie alle ultime innovazioni delle tecnologie di riciclo, SIVE ha iniziato nel 2019 la produzione di pannelli per isolamento termico con un contenuto del 25 % di materia prima riciclata. I pannelli denominati ISOLPIÙGRAF seconda vita sono certificati PSV, Il marchio di proprietà dell’Istituto per la promozione della plastica da riciclo. Tali pannelli sono dotati di eccellenti prestazioni termiche e meccaniche che non si differenziano rispetto a quelle dei pannelli prodotti con materie prime vergini.
I pannelli ISOLPIÙGRAF Seconda Vita rappresentano un esempio virtuoso e concreto di Economia Circolare. Un sistema economico che, secondo la definizione della Ellen MacArthur Foundation, è progettato per auto-rigenerarsi. I materiali di origine biologica sono destinati ad essere reintegrati nella biosfera e quelli tecnici devono essere progettati per essere riciclati e rivalorizzati.
Si tratta di un ripensamento complessivo e radicale rispetto al modello produttivo classico, basato sull’ipersfruttamento delle risorse naturali.

+39 02 972 59 252

info@sivespa.it

2019 © SIVE s.p.a. - 20010 Bernate Ticino (MI) - Via Vittorio Veneto, 15
P.I./C.F. 05050930154 | Privacy Policy e Cookie Policy